DYNAFIT: il progetto di una maratona sull’Everest si aggiudica la prima edizione del Mountopia Contest

WHAT’S YOUR MOUNTOPIA?
UNA MARATONA SUL MONTE EVEREST SECONDO CHRISTOPHER MOHN (USA) E DYNAFIT

“Raggiungere a piedi il campo base del Monte Everest e correre la maratona più ad alta quota del mondo“, questo il sogno con cui Christopher Mohn si è candidato alla prima edizione del concorso di DYNAFIT “What’s your Mountopia?“. Nell’entusiasmante corsa all’ultimo voto in cui i 10 finalisti si sono affrontati, l’americano si è assicurato il supporto della community, guadagnandosi il maggior numero di voti. DYNAFIT e il partner GORE® finanzieranno la realizzazione del suo progetto. 

“What’s your Mountopia?“. Con questa domanda DYNAFIT, azienda leader negli sport endurance di montagna, ha spinto nel settembre 2016 atleti appassionati di tutto il mondo a candidarsi con la loro Mountopia. Circa 600 partecipanti provenienti da 42 paesi hanno raccolto la sfida, presentando i loro progetti e i loro sogni. Dopo una preselezione i dieci finalisti si sono affrontati da metà gennaio al 15 febbraio per accaparrarsi i voti della community, e hanno mostrato ancora una volta tutta la loro motivazione e il loro impegno: con le telecamere fornite dal partner GoPro hanno immortalato la loro Mountopia personale con immagini e video. Dopo quattro intense settimane il vincitore è finalmente stato nominato: Christopher Mohn, 28 anni, dagli Stati Uniti, ha sbaragliato la concorrenza con un lieve distacco, totalizzando circa 27.000 voti e portando in trionfo la sua Mountopia: la maratona da 42,195 km più ad alta quota del mondo. A fine maggio correrà dal campo base del Monte Everest fino al Namche Bazaar, percorrendo non solo una distanza da maratona, ma anche 2.800 metri di dislivello. DYNAFIT e il partner GORE® sosterranno questo ambizioso progetto con un finanziamento dedicato, il giusto equipaggiamento e i preziosi consigli di atleti e guide alpine.

«Partecipare alla maratona del Monte Everest ha per me un grande significato, perché ho dovuto lottare a lungo contro una malattia – racconta Christopher Mohn. «L’allenamento mi ha messo a dura prova, ma la competizione ha contribuito a dare una sferzata alla mia motivazione. Non avrei mai pensato di emozionare così tante persone con la mia Mountopia. Ringrazio tutti quelli che mi hanno votato».

DYNAFIT, azienda leader nel mondo dello sci alpinismo, ha molto apprezzato la risposta positiva alla prima campagna Mountopia e i molteplici progetti presentati per il concorso. Soprattutto i dieci finalisti, quattro donne e sei uomini provenienti da sette differenti paesi, hanno mostrato una grande dedizione nella corsa per raggiungere il loro sogno e guadagnarsi il sostegno della community, affrontandosi con intensità fino alla fine. Nell’ultimo round, considerando solo le tre Mountopia più votate, sono stati raccolti quasi 70.000 voti.
Il 10 aprile 2017 si apriranno le iscrizioni per la prima edizione summer del concorso

#mountopia #speedup

 



468x60

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.