Paolo (Paolino per gli amici) ci racconta la sua Seconda Maratona.

IMG_1957

eccomi qua…

dopo giorni di riflessione sono pronto a raccontarvi la mia seconda maratona: Torino 16 novembre 2014. La prima e’ stata Trieste 4 maggio 2014, ma posso assicurarvi che Torino mi ha lasciato dentro il cuore emozioni talmente forti che hanno superato di gran lunga quella dell’esordio.

Io e le mie grandissime tifose Marcella ( mia moglie ) e la piccola Ginevra ( mia figlia, per tutti Gin ), partiamo alla vigilia sotto il diluvio universale; direzione? Torino, dove per l’ora di pranzo abbiamo appuntamento con i miei compagni di corsa Roby MagisterSilvia e Valentina, che conosco solo al ns arrivo a Torino e che anche lei correra’ insieme a noi la maratona.

La decisione di Torino nasce in estate quando Roberto mi manda un whatsapp con il link dell’iscrizione. Io, facendo finta di nulla, gli chiedo lumi, pur sapendo benissimo cosa fosse, anche perche’ dopo la gara di Trieste avevo subito cercato la successiva che avrei voluto fare e come per destino era la stessa che Roberto aveva scelto per la sua prima e unica ( spero di no ) , in quanto tra pochi mesi si trasferira’ all’estero.

Lui per me e’ un fratello, ci conosciamo da una vita e basta uno sguardo per capirci. Mi chiede di tenerlo per me e di non dirlo a nessuno e così faccio …. Sono felicissimo di farla insieme a lui e cosi dopo l’estate ci mettiamo sotto con gli allenamenti, lui a Milano, io a Genova. Nei mesi prima della maratona ci sentiamo constantemente per consigli , sensazioni e per farci forza l’uno con l’altro .

Il 2 ottobre mi presenta Silvia e da li nasce una chat nella quale, giorno dopo giorno, ci diamo la carica per nn pensare alla maratona e per far sì che gli allenamenti e i momenti di crisi siano meno tesi e tristi ……. e cosi arriviamo come vi dicevo al sabato prima della gara.

Dopo aver preso posizione del ns appartamento – molto vicino alla partenza e all’arrivo – che Valentina ( una grande ) aveva trovato per tutti, mangiamo tutti insieme per fare gruppo e conoscerci un po’.

Finito il pranzo , sotto il diluvio ci dirigiamo verso la piazza per il ritiro dei pettorali e, una volta presi , incominciamo a capire che la ns avventura era iniziata e che la domenica avremmo corsa la maratona !

Rientriamo a casa , una pizza e poi tutti , ognuno a proprio modo, immersi nei preparativi per la gara.

La notte passa veloce , dormo tranquillo e apro gli occhi molto prima della sveglia suoni.

Colazione e poi via in taxi alla partenza.

Ci carichiamo a vicenda e poi alle 09.30 si parte!

I primi km vanno via tranquilli: siamo tutti e 4 in gruppo e stiamo tutti bene, passiamo i primi 10k in scioltezza, io e Silvia leggermente davanti, Roberto e Valentina subito dietro.

Da qui in poi la ns maratona cambia: sara’ un susseguirsi di emozioni e fatica; al 13km Silvia si sente toccara la spalla e vede Gianluca ( grandissimo amico ) , Marcilene e Veronica , che da li al traguardo nn ci lasceranno fino al traguardo.

Andiamo avanti, e Gianluca corre con Me Roberto e Silvia ( il ns angelo custode ) , mentre Marcilene e Veronica si occupano di Valentina.

Ci danno conforto, si occupano dei ristori portandoci acqua , sali e frutta e continuiamo a macinare km con Silvia che detta il tempo e dice : ” siamo perfetti cosi ragazzi “… ad un certo punto veniamo travolti da un’altra emozione che mi fa rimanere a bocca aperta: in fondo a un rettilineo incomincia una curva e c’è un casino di gente con bandiere e trombette a fare un sacco di tifo. Dentro di me dico “Guarda che matti sono questi”, ma a un certo punto riconosco tutti i ns Amici: LUCA STEFANO DIANA EMA GIORGO SARA MAICO TATY SARA. Ragazzi: grazie mille di essere venuti: alcuni di voi sono amici da una vita, altri li conosco da poco ma mi avete fatto sentire subito come uno di voi; avrete per sempre un posto speciale nel mio cuore.

Grazie a loro, la fatica si fa sentire meno; con LORO al ns fianco, pronti a incitarci spesso, a dirci di nn mollare, andiamo avanti e arriviamo ai famosi 30k , dove, da lì in poi , la testa ti mette alla prova incominciando a farti venire dubbi: riusciremo o no a finire la corsa?

Roby sta bene, lo vedo, mentre io ho un po’ di dolore al ginocchio, operato tanti anni fa, che sempre un po’ di problemi mi dà; Silvia va un po’ in crisi ma noi insieme a Gianluca ci chiudiamo intorno a lei facendole forza.

Poco dopo la vedo bene, la crisi e’ passata… ripartiamo. Continuiamo per la ns strada perche’ il traguardo e’ vicino.

La fatica si fa sentire ma oramai manca veramente poco e comincio a capire che ce l’abbiamo quasi fatta.

Roberto sta bene e va ….. lo lascio: oggi e’ la sua giornata e sono contento per lui; rimango con Silvia e Gianluca che nn mi abbandonano di un metro. Eccolo: siamo al 42esimo chilometro, dove inizia il vialone lungo del traguardo. Lo vedo, e comincio a sorridere.

Cerco a destra e sinistra per provare a vedere mia moglia e mia figlia , perche’ questa volta voglio arrivare con loro alla fine , visto che a Trieste non ci sono riuscito.

Le vedo. Marcella e’ commossa e mi urla “vaiiiiiiiiiiiiiii”. Prendo Ginevra in braccio e  Marcella per mano (con loro c’e’ anche mio nipote Paolo ) e tutti e quattro tagliamo il traguardo insieme .

Da li in poi il delirio tra abbracci , baci , foto e pianti di gioia sia da parte ns che da parte dei ns amici che hanno condiviso con noi questo giorno speciale !

Siamo MARATONETI , ABBIAMO PORTATO IL CUORE OLTRE OGNI OSTACOLO

CE L’ABBIAMO FATTA.

GRAZIE ROBY MI MANCHERAI TI VOGLIO BENE E LO SAI… SARAI SEMPRE CON ME.

GRAZIE SILVIA SONO CONTENTO DI AVER CORSO AL TUO FIANCO E DI AVER RAGGIUNTO QUESTO TRAGUARDO INSIEME:

GRAZIE VALENTINA SONO CONTENTO DI AVERTI CONOSCIUTO E AVER CORSO CON TE, SEI FORTE.

GRAZIE GIANLUCA PER ME SEI UN AMICO E RIPETO UN AMICO CON LA A MAIUSCOLA GRAZIE MILLE PER TUTTO LA PROSSIMA LA FAREMO INSIEME PROMESSO.

PER GLI ALTRI: VI HO RINGRAZIATO PRIMA, MA NN SMETTERO’ MAI DI FARLO

….. MA IL MIO GRAZIE PIU GRANDE VA A MIA MOGLIE E MIA FIGLIA: VI AMO CON TUTTO IL MIO CUORE , VOI SIETE LA FORZA CHE MI FA ANDARE AVANTI OGNI KM , SIETE SEMPRE CON ME OGNI VOLTA SOTTO L’ACQUA , IL FREDDO , GLI ALLENAMENTI AL MATTINO PRESTO E ALLA SERA TARDI

IL VEDERVI AL TRAGUARDO A FARE IL TIFO PER ME E’ LA MIA VITTORIA PIU GRANDE .

GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!

….. finisce qui la mia seconda maratona ma la prossima e’ gia’ all’orizzonte: Roma 22 marzo 2015.

Sicuramente in certi momenti non si capira’ quello che ho scritto , e me ne scuso… ma ho scritto con il cuore

Grazie a tutti Paolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.