Dal tallone alla punta della dita:
una libertà mai provata con la nuova NIKE FREE TR
 

Per la realizzazione della nuova Nike Free TR, l’ultima innovazione per le diverse tipologie di allenamento – dal lavoro di forza a quello aerobico – i designer Nike hanno concentrato la propria attenzione su due aspetti principali:

 

1) COME VIENE APPOGGIATO IL PIEDE DURANTE I PIU’ COMUNI ESERCIZI FISICI
Oggi l’allenamento è molto diversificato e numerose sessioni di training comprendono salti, sprints e affondi laterali, così come esercizi con movimenti più dolci.
Ricerche e test effettuati sulla biomeccanica del piede durante questi movimenti hanno generato informazioni sul cambiamento della forma del piede nel momento in cui si appoggia terra.

 

2) IL PUNTO DI APPOGGIO DEL PIEDE ALL’INTERNO DELLA SCARPA

Durante l’allenamento, la maggior parte delle persone effettua dei movimenti puntando sulla parte anteriore del piede. In questo modo è facile che il piede non sfrutti l’appoggio del tallone.
I designer Nike hanno valutato che nel momento in cui pieghiamo l’arco del piede e le dita si distendono, il piano di appoggio aumenta permettendo di avere maggior stabilità.

Con l’obiettivo di aumentare la stabilità sul tallone e la flessibilità nella parte anteriore, i designer hanno sviluppato la nuova Nike FREE TR a partire dalla suola, con  sette punti chiave:

– SUOLA COMPOSTA
Per la prima volta, i designer hanno considerato separatamente la suola sotto il tallone e quella sotto la parte anteriore del piede. Dopo aver studiato e mappato la pianta del piede hanno determinato diverse zone di appoggio, progettando la suola in modo che la parte anteriore risulti più flessibile grazie alla presenza di una gomma più sottile rispetto a quella del tallone, in cui è presente invece una concentrazione maggiore di gomma per garantire una maggiore stabilità.

– NESSUNO SPOSTAMENTO DEL PIEDE
La maggior presenza di gomma nella zona del tallone aiuta a prevenire lo scivolamento del piede verso la punta della scarpa durante lo svolgimento dei diversi esercizi, come ad esempio squat jumps, scatti…

– MASSIMIZZAZIONE DEL MOVIMENTO
Lo spessore della suola si estende ed aumenta anche sulla parte laterale dell’avampiede, permettendo il naturale movimento del piede ed aumentando la flessibilità e l’espansione della scarpa.

– IMPATTO FACILITATO
La parte superiore della scarpa si estende con il piede supportando il movimento ed il carico. Meno rinforzo nella parte anteriore consente alla scarpa di adattarsi a diverse tipologie di impatto.

–  MAGGIOR SUPPORTO E CONTENIMENTO
Nelle precedenti versioni di Nike Free TR, la tomaia era posizionata sopra la suola. In questa nuova versione la suola e la tomaia, più sottile rispetto a quella progettata in precedenza, avvolgono il piede fornendo maggior contenimento e supporto senza sacrificare la flessibilità.

–  NUOVA SENSAZIONE FLYKNIT IN UNA SCARPA DA TRAINING
Doppia trama per la tomaia in Flyknit:  filati ultra elastici nella zona dell’avampiede consentono una flessibilità ottimale, mentre i fili più fini e stretti attorno al perimetro della tomaia e del tallone offrono struttura e resistenza.

– BLOCCO STRATEGICO
I lacci sono più larghi rispetto alla versione precedente, per massimizzare l’allungamento della tomaia e attivare così le diverse zone di supporto laterale.

Le nuove Nike Free TR 3  ideate per le donne saranno disponibili dal 1 Marzo su nike.com e in selezionati punti vendita.

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.