“Partecipare alla Salomon Running Milano è come correre per la città di Milano sognando di correre un trail.”

Meno di 3 settimane fa allenandomi in montagna mi sono procurato una brutta storta alla caviglia, che mi ha obbligato ad uno stop, con tanto di stampelle per 10 giorni: pensavo di non riuscire a parteciparvi.

img_5408

Poi piano piano provando a caricare con moderazione decido di accettare il gentile invito di run4food.it e di andare a ritirare il pettorale.
Entrando all’Arena di Milano, l’emozione cresce. Dall’ultima volta che sono stato all’Arena sono passati più di 15 anni e le scarpe erano chiodate da quattrocentista.
Decido quindi che domani stringerò i denti e si dovrà correre!

arcobaleno

Cosi domenica mattina accompagnato da un bellissimo arcobaleno, mi avvio alla metropolitana dove comincio ad incontrare i vari compagni d’avventura.
Alla partenza saremo ben 3500 partecipanti, con ritrovo all’Arena Civica di Milano, sia chi farà la 9 km, chi la 15 km, sia chi farà la top da 25 km. Quest’ultima, inoltre, include anche il passaggio all’interno della Torre Allianz, con un bel su e giu fino al 20° piano!

Come sempre la partenza è molto emozionante, il serpentone incomincia muoversi per le strade milanesi, ma presto si comincia a salire, seppur per brevi strappetti/scalinate sembra quasi di essere ad un vero trail.
La mente riesce a superarli senza troppi pensieri, ma le gambe li sentono. Salire in cima alla collina del Portello non sembra ma si sente eccome e senza un attimo di pausa ci si butta nella discesa. Si arriva alla mitica “montagna di Milano”… la montagnetta di San Siro.
Qui la salita è una di quelle che ti tagliano il fiato se la prendi di petto, la pendenza è decisamente ripida, per fortuna in cima c’è un fantastico suonatore di cornamusa che allieta la fatica.

Un bel su e giù nel parco della montagnetta per poi andare dritti verso la Torre, la Torre Allianz, prima però una breve discesa in ingresso al campo da golf, che ha creato non pochi problemi, un vero muro verso il basso.
A questo punto eccola… la salita di 20 piani.
Una vera salita tipo trail, da affrontare con la giusta calma senza strafare; mi son visto superare da diversi “scalatori” e immancabilmente scoppiati prima della fine.
Una volta scesi… via dritti verso la fossa del Castello Sforzesco e da li si arriva finalmente all’ingresso dell’Arena… Finita!

Una bellissima gara.
Un bellissimo percorso e per un ultratrailer come me un’esperienza completamente fuori dagli schemi.
Un modo diverso di vivere la corsa in una città, dove se non hai segnato ogni 500 metri sul solito percorso ti senti spaesato.
Correre dentro un grattacielo, il nuovo simbolo della verticalità milanese non è roba da tutti i giorni.

L’unica pecca l’ho riscontrata nelle persone e non nell’organizzazione: la presenza di qualche “milanese imbruttito” di troppo e poca educazione “city trail” di molti runner che non conoscono la prima regola: l’immondizia va categoricamente buttata nei cestini e non per terra.
Runner… aiutamo anche noi nel nostro piccolo, dando il buon esempio, che la nostra citta la vogliamo pulita.

Meno male che al traguardo oltre al pubblico dei vari atleti e accompagnatori c’era un bellissimo stand che ti offriva una birra gratis.. ahimè solo la prima.

Giusto per dovere di cronaca ecco il risultato della mia performance: oltre ad essermi divertito, ho concluso la gara in 1h45m51s classificandomi 27° assoluto e 4° di categoria.
Non male per essere reduce da 10 giorni di stampelle.

img_5415





1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.