E poi arriva quel momento. Quello in cui ti fermi per un secondo, pensi un attimo, sorridi, ma non sempre, e capisci. Capisci tante cose.

É stato quando ho iniziato a mettere la canottiera dentro i pantaloni, che ho capito che stavo invecchiando. É stato quando mio Zio mi chiese “ne vuoi ancora?” e il bottone dei miei pantaloni si era già auotonomamente staccato, e la forchetta era ormai scivolata dalla mano, che ho capito che dovevo prendere coraggio e dirgli “NO, GRAZIE”. É stato quando ho sentito dire a mia madre “Per me è un po’ sbatti!”, che ho capito che il mondo stava cambiando. É stato quando ho letto che un ciclista era stato investito, e qualche giorno dopo ancora un altro, e poi un pedone, e poi quando ho letto dell’attentato, l’ennesimo, ogni giorno… è stato lá, che ho capito che NON era il momento di smettere di fare qualcosa, di smettere di pedalare, di camminare, di uscire… di vivere. No.
Ma era il momento di continuare a fare tutto quello che ho sempre sognato fare. Era il momento di continuare a viaggiare per il mondo, di fare lo sport che ho sempre amato. Di continuare a cantare a gran voce quell’Inno alla Vita che sappiamo tutti, e che si canta vivendo, amando. Rispettando.

Io oggi continuo a fare sport. Continuo a viaggiare. A vivere. E solo così posso raccontarvi che… in un weekend di sport esilarante, è stato quando dopo una gara conclusa con un 52esimo posto su 70, alla domanda “Com’è andata?” ho risposto “ABBIAMO VINTO!

Abbiamo fatto 3a, 5a e 6a assolute! Più un 7^posto a pochi secondi, e un’altra posizione tra le prime 20 in classifica! E poi i podi di categoria femminili e maschili, innumerevoli! E i podi della cronometro a squadre! E la grande partecipazione tra * “Caini” e “Bambole” che ha visto oltre 100 iscritti ProPatria alla gara…”, che ho capito di far parte di una squadra, che oggi vive, fa sport e che mi fa sentire ogni giorno in una grande famiglia.

* Caini: (NB: quegli amici triatleti e ciclisti che, se ti chiedono di fare un giro in bici tranquillo, devi avere più paura della birreria e la trattoria in cui ti porteranno dopo la pedalata, che dei km e le salite che ti faranno fare).


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.