OneHundred finale

Il weekend appena passato è stato l’ultimo di grosso carico chilometrico. Nel precedente avevo corso il fatidico super lungo di oltre 60 km sull’Appennino Marchigiano. Ammetto che anche solo pronunciare “sessanta chilometri” mi creava più di un problema, perché non avendoli mai corsi in allenamento, non sapevo dove mi avrebbero portato, con le gambe e soprattutto con la testa.

Fortunatamente, pur soffrendo molto negli ultimi dieci, li ho corsi fino alla fine, festeggiando l’evento con un tuffo nel freddo mare di inizio maggio.

Per questo fine settimana invece mi attendevano “solo” poco più di 50km, divisi in 2 uscite.

Rincuorato dal fatto che la parte più dura dell’allenamento è quasi alle spalle, e sorpreso dalla buona tenuta fisica generale, mi sono lanciato in una due giorni di salite, chilometri e tanta fatica.

L’uscita del sabato, come da tabella, prevedeva almeno 8/9km di salita costante.

GregArt.2

Nella precedente uscita di salite avevo optato per quella macchina infernale chiamata tapis roulant ma questa volta, per non sciogliermi sul tapis, ho optato per l’aria e il paesaggio e sono andato sulle colline dell’Oltrepò Pavese, dove ho potuto testare le Brooks Ghost 7 sulle inclinazioni che troverò in gara.

Le salite, per me uomo di pianura, sono sempre ostiche. Affrontarle però in un bel contesto, circondato da belle colline piene di vigneti, in una bella mattina di primavera, e trovare da subito il feeling giusto con la scarpa scelta, sicuramente mi ha aiutato molto.

GregArt.1

Grazie a tutto questo, l’allenamento del sabato è stato archiviato con un buon segno positivo.

Dopo un meritato riposo, la domenica mattina sono uscito per il lunghissimo in programma.

Quando si devono fare tanti km, il segreto per far si che scorrano senza quasi accorgersene, è avere una buona compagnia con cui poter dialogare. E chi meglio del buon Davide, compagno d’avventura di “OneHundred4two”, per queste 3 ore di corsa?

Dav+Greg1

Correndo su e giù per i Navigli milanesi, nonostante il gran caldo, abbiamo portato a termine soddisfatti l’uscita.

Sono soddisfatto soprattutto per la mia condizione fisica, che migliora con costanza. Trovo che il lavoro svolto fino ad ora mi stia rendendo più consapevole ed anche più forte in vista della grande sfida che mi attende a fine mese.

Anche per il lunghissimo mi sono affidato al comfort delle Ghost, dopo l’ottima sensazione avuta nelle salite e discese del sabato. Anche nelle oltre 3 ore di corsa di domenica hanno risposto al meglio e dimostrato tutta la loro versatilità.

Potrete commentare e conversare con noi
con gli hashtag:
#onehundred4two #runhappy #brooksrunning
#run4food #100kmdelpassatore

seguiteci, supportateci, tifate per noi!

#RunHappy!



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.