Aaron Durogati (ITA) performs during Red Bull X-Alps in Mitterbirbach, Italy on July 8th 2015

logo

RED BULL X-ALPS:
AARON DUROGATI RACCONTA LA SUA AVVENTURA

L’emozionante impresa di Aaron Durogati durante
il leggendario Red Bull X-Alps 2015

P-20150711-00537_HiRes JPEG 24bit RGB News

Red Bull X-Alps, l’adventure race più spettacolare al mondo, si è ufficialmente conclusa venerdì 17 luglio alle ore 12.00. Partiti 9 giorni prima da Salisburgo, gli atleti più temerari e preparati si sono sfidati su 1.038 km di distanza percorsa unicamente a piedi o volando in parapendio. Obiettivo: raggiungere il Principato di Monaco. Christian Mauer, l’asso del volo svizzero, ha vinto la competizione per la quarta volta consecutiva, tagliando il traguardo di Montecarlo in 8 giorni, 4 ore e 37 minuti.

L’unico italiano selezionato per partecipare al Red Bull X-Alps è stato il campione del mondo di parapendio Aaron Durogati, che si è confermato tra i top player della gara alpina più sfidante al mondo, chiudendo la competizione al 6° posto.

Aaron Durogati (ITA) performs during Red Bull X-Alps in Mitterbirbach, Italy on July 8th 2015
Aaron Durogati (ITA) performs during Red Bull X-Alps in Mitterbirbach, Italy on July 8th 2015

Durogati ha sempre tallonato da vicino i primi classificati, riuscendo a guadagnare terreno sugli avversari nella zona delle Dolomiti del Brenta, territorio ben conosciuto dall’atleta, ma al contempo uno dei Turnpoint più impegnativi da aggirare. “Su Cima Tosa ho dovuto combattere contro il forte vento – ha commentato – Da qui in poi, la competizione è diventata veramente estrema.”

Gli ultimi due giorni di Red Bull X-Alps, a detta di Aaron, sono stati in assoluto i più difficili: “Le condizioni atmosferiche erano veramente estreme, ho volato a fianco dei due atleti francesi  Girard e Petiot: abbiamo percorso insieme 200km e ci siamo aiutati a vicenda. A quel punto, non si trattava più solo di una gara, ma di un’avventura emozionante da condividere”.

A pochi km dall’arrivo, l’atleta altoatesino ha sfruttato la sua conoscenza del vento, volando il più possibile per cercare di arrivare al traguardo prima degli avversari: “Ho visto che le condizioni atmosferiche erano particolarmente favorevoli – ha dichiarato Aaron – e ne ho approfittato per fare quello che amo di più: volare. Purtroppo, però, ho commesso un errore di valutazione e sono atterrato a 11 km dall’arrivo. Da lì, ho dovuto camminare fino al traguardo e sono arrivato sesto.Avrei voluto fare di più, ma, date le condizioni atmosferiche particolarmente avverse e le difficoltà che tutti noi abbiamo dovuto affrontare durante il percorso, sono veramente contento di essere giunto fino al Principato di Monaco”.

P-20150711-00422_HiRes JPEG 24bit RGB News
Durante Red Bull X-Alps, Aaron Durogati ha raggiunto in volo la quota massima di 4.097 m, percorrendo in tutto 2.197 km – 1.831 km volando e 365 km a piedi. Una performance straordinaria, che lo inserisce di diritto nella categoria degli atleti più forti di questa edizione dell’adventure race più estrema al mondo.

AARON DUROGATI @ Red Bull X-Alps 2015:
Tempo di gara: 9 giorni, 6 ore
Distanza percorsa: 2.197,1 km
Distanza percorsa volando: 1.831,221 km
Distanza percorsa a piedi: 365,2 km
Quota massima raggiunta in volo: 4.097 m
Velocità media in volo: 33,5 km/h
Velocità media a piedi: 5,6 km/h

cropped-Digital-banner_468x140_new.jpg

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.