I succhi Innocent sono buoni e fanno del bene – non solo a chi li beve (Innocent con la terza edizione italiana dell’iniziativa solidale Tanto di Cappellino ha raccolto €11.086 in favore Auser Lombardia  – che si impegna nell’aiuto pratico alle persone anziane e nella promozione sociale in nome dell’inclusione, dell’invecchiamento attivo e dell’intergenerazionalità –  pari a ben 55.453 cappellini di lana venduti).

Uno smoothie innocent è un mix di polpa e succo di frutta, nient’altro. Nelle bottigliette innocent non sono presenti zuccheri aggiunti, nè acqua, coloranti, conservanti o concentrati. In ogni bottiglietta ci sono solo il succo e la polpa di cinque diversi tipi di frutta.

Gli smoothie innocent sono un prodotto fresco e 100% naturale: per questo vanno conservati in frigorifero e devono essere consumati nel giro di un paio di giorni dopo l’apertura.

Da oggi disponibili nel nuovo packaging, i gusti:

Mela kiwi e lime / Guava ananas e mela/Mango frutto della passione e mela/Arancia carota e mango /Fragola e banana

Anche i succhi sono 100% naturali fatti solo di frutta (e verdura)

Da maggio saranno disponibili anche i nuovi gusti arancia e arancia rossa melagrana arancia e lime.

www.innocentdrinks.it

innocent
Uno smoothie innocent è buono e fa bene: è a base di polpa e succo di frutta, è fresco e 100% naturale. La ricetta del successo di innocent è preparare bevande sane, buone e naturali che aiutano le persone a vivere meglio e più a lungo. innocent è stata fondata nel 1999 da Jon, Adam e Rich, tre amici di lunga data che hanno deciso di unire le loro forze per aiutare le persone a fare del bene per loro stesse, in modo facile e gustoso. Da allora innocent è diventata la piccola marca di bevande salutari preferita in Europa, leader nella produzione di succhi di frutta freschi e smoothie in tutto il continente. Circa 450 persone lavorano nei diversi uffici di Amsterdam, Copenaghen, Dublino, Parigi, Milano, Madrid e Salisburgo – senza dimenticare la sede centrale di Londra (chiamata Fruit Towers). Bere innocent significa fare del bene non solo a se stessi, ma anche alle persone attorno a sé. Per questo innocent versa ogni anno il 10% dei propri profitti ad associazioni benefiche tramite la Fondazione innocent, che dal 2004 finanzia progetti di lotta alla fame nel mondo.

La storia di innocent
Tutto ha inizio nel 1999 ad un festival di musica jazz londinese. I tre amici di lunga data Rich, Adam e John comprano 500 sterline di frutta fresca e preparano i loro primi smoothie, facendoli assaggiare ai partecipanti del festival. Due cestini – uno per il “Sì”, l’altro per il “NO” – raccoglievano risposte alla semplice domanda “Dobbiamo lasciare i nostri lavori e iniziare a fare smoothie?”. Alla fine del weekend musicale, era il cestino del “sì” ad essere colmo fino all’orlo, sancendo l’inizio della fortunata avventura.
Dal 2000 innocent è passata dall’essere un business anglosassone a essere presente in circa 15 Paesi europei, tra cui l’Italia, raggiunta nel 2018. La bontà di innocent, però, si assaggia in ogni parte del mondo. Ogni anno l’azienda devolve il 10% dei propri profitti a organizzazioni benefiche tramite la Fondazione innocent, che dal 2004 finanzia progetti a sostegno della lotta alla fame del mondo. Ad oggi sono oltre settanta i progetti portati avanti dalla Fondazione, oltre 5,8 i milioni di sterline raccolti e 800.000 le persone aiutate concretamente in giro per il mondo. Dal 2011 innocent è leader europeo nel settore degli smoothie e dei succhi di frutta freschi, con un assortimento in continua espansione nella categoria delle bevande salutari e naturali.

Smoothie
Uno smoothie innocent è un mix di polpa e succo di frutta, nient’altro. Nelle bottigliette innocent non sono presenti zuccheri aggiunti, nè acqua, coloranti, conservanti o concentrati. In ogni bottiglietta ci sono solo il succo e la polpa di cinque diversi tipi di frutta. Perchè la polpa è importante? Perchè conserva tutti i nutrienti della frutta, come le fibre, che andrebbero altrimenti persi in un semplice succo, o le vitamine, così importanti per il nostro organismo. In Italia meno di 5 adulti su 10 consumano non più di due porzioni di frutta o verdura al giorno, meno di 4 su 10 ne consumano 3-4 porzioni, mentre solo 1 su 10 ne consuma la quantità raccomandata dalle linee guida per una corretta alimentazione, ovvero 5 porzioni al giorno*.

Gli smoothie innocent sono un prodotto fresco e 100% naturale: per questo vanno conservati in frigorifero e devono essere consumati nel giro di un paio di giorni dopo l’apertura.
Nel 2018 innocent ha ricevuto la certificazione B Corporation, che ne attesta il lavoro svolto in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti delle persone e dell’ambiente attorno ad essa. innocent è un business responsabile del proprio impatto ambientale e sociale: dalla frutta trasportata esclusivamente via terra o via mare, ai nuovi packaging sostenibili e completamente riciclabili, composti da una miscela di plastica riciclata e plastica vegetale.

*Fonte: http://www.epicentro.iss.it/passi/dati/frutta.asp

Periodo di riferimento: 2014-2017

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.